Quando scattiamo una fotografia facciamo automaticamente due operazioni: pianifichiamo la composizione (l’aspetto creativo) per determinare l’estetica e l’uniformità dei singoli elementi in modo da creare un’immagine piacevole da guardare. Attraverso una combinazione di regolazioni, invece, impostiamo l’esposizione (l’aspetto tecnico) e cioè la quantità di luce da far entrare nella fotocamera.

L’astrattismo, quello fotografico, può piacere per l’armonia della sua composizione, per le sue linee, i suoi colori, i suoi spazi… o non può piacere affatto. In ogni caso non racconta molto e la domanda sorge spontanea: ma cosa ha voluto fotografare veramente il fotografo? La fotografia, a differenza della pittura, è sempre una parte di una realtà, e se una composizione fotografica non viene capita non vuol dire che sia astratta.

Una natura di straordinaria bellezza, storia e tradizioni centenarie, beni e siti archeologici di un passato di grande prestigio, una varietà di paesaggi costieri e montani, un patrimonio boschivo oggetto di studio delle scuole internazionali di forestazione per la grande quantità di abeti bianchi e di faggeti, profumi e sapori di forti tradizioni alla vita contadina e al lavoro nei campi… Parliamo del piccolo Molise con i suoi minuscoli paesetti di montagna, quasi inaccessibili: posti poco conosciuti con piccole finestrelle ancora tutte da aprire. La regione più piccola, ma una delle più belle della nostra meravigliosa Italia.

Domodossola, una graziosa cittadina del fondovalle del fiume Toce, che nasce dalla confluenza di torrenti alpini che danno vita ad uno degli spettacoli più maestosi di questo spicchio di Piemonte, la celebre Cascata del Toce. E a Domodossola c’è uno dei palazzi più affascinanti della regione, il Palazzo San Francesco, edificato lungo i muri perimetrali di una maestosa chiesa del 1200, dedicata all’omonimo santo di Assisi.

Eugene, Oregon, USA, 2022

Il nostro “quartiere generale“: Graduate Hotel / Hellman Ballroom 66 E 6th Ave, Eugene, OR.

Arrivando a Eugene, una città di medie dimensioni, ordinata, pulita e molto adatta alle passeggiate mattutine, è difficile immaginare la grande diversità che caratterizza lo Stato dell’Oregon. Eppure, nessun altro luogo negli Stati Uniti è così vario; una vasta distesa di terra che si scompone qua e là in pezzi incomparabili.

Une Goutte d’Eau sur un Volcan
Una goccia d’acqua su un vulcano – Lungometraggio di 70 minuti

Il regista e guida alpina Sébastien Devrient e uno dei migliori speleologi subacquei del mondo, Frédéric Swierczynski, sono partiti per esplorare le alte quote del ghiacciaio Ojos del Salado nel deserto di Atacama in Argentina. Questa montagna vulcanica ospita i laghi più alti del mondo. La storia della loro spedizione è stata raccontata in un nuovo film documentario.

Quando si parla di tramonti si pensa sempre a quelli visti in posti lontani e sperduti del mondo. Di tramonti belli ne ho visti tanti: nel deserto Khor Al-Adaid in un angolo sud-orientale del Qatar dove l’oceano incontra il deserto e puoi andarci solo con un fuoristrada (4×4); quello mozzafiato della costa atlantica del Marocco nella spiaggia Plage Oudayas a guardare il sole che affonda nell’Oceano Atlantico.

Incontri cinematografici: Palestine: Filmer C’est Exister (Palestina: Filmare È Esistere).

Un bellissimo titolo per parlare della Palestina. Quest’anno 19 film in programma per rievocare la storia della vita palestinese; dalla pulizia etnica all’esilio; dalle nuove generazioni alla voglia di resistere… Un festival del cinema palestinese: a Ginevra dal 1° al 4 dicembre.